Categoria: Cosa Penso

IN ITALIA SE NASCI POVERO, RESTI POVERO

IN ITALIA SE NASCI POVERO, RESTI POVERO

A parità di istruzione il peso della famiglia di origine – fatto di status sociale, conoscenze, relazioni amicali – torna prepotente e si fa sentire di più in contesti più fermi, con maggiore disoccupazione, minore apertura. Tutto ciò può spiegare il più scioccante dei numeri che si possono scoprire navigando nei dati: quelli della diseguaglianza di opportunità.

L’economia della conoscenza sta uccidendo la nostra provincia

L’economia della conoscenza sta uccidendo la nostra provincia

In Italia l’aumento delle disuguaglianze porterà anche alla fine del modello dei distretti industriali, spazzati via dalla nuova tendenza dei capitali ad accentrarsi nelle città più forti. Le Aree Interne rappresentano oltre metà dei comuni italiani, ospitano meno di un quarto della popolazione, ma occupano il 60 per cento della superficie nazionale e stanno aumentando.

Per promuovere la sostenibilità bisogna essere radicali

Per promuovere la sostenibilità bisogna essere radicali

CORRIERE DELLA SERA – OPINIONI 20 luglio 2018 – 17:20 di Mario Calderini Ricorderemo questi mesi come quelli nei quali è diventato evidente, su scala globale, quale sia il prezzo vero ed ultimo della non sostenibilità: lo sgretolamento delle istituzioni, lo svuotamento culturale e valoriale delle stesse e le conseguenti imprevedibili trasformazioni sociali e del nostro […]

La petizione Welcoming Europe, con l’umanità che soffre per salvare la nostra

La petizione Welcoming Europe, con l’umanità che soffre per salvare la nostra

Aderisci all’Iniziativa dei Cittadini Europei «Welcoming Europe. Per un’Europa che accoglie», che, partendo dal principio irrinunciabile per cui ogni vita va protetta e salvata, chiede di decriminalizzare la solidarietà, creare passaggi sicuri per i rifugiati e proteggere le vittime di abusi. L’obiettivo è raccogliere un milione di firme in almeno sette Paesi dell’Unione Europea, per invitare la Commissione a presentare un atto legislativo in materia di immigrazione.

POPULISMO? COLPA NOSTRA

POPULISMO? COLPA NOSTRA

Non ci sarà scampo da Salvini, Brexit o Trump finchè non capiremo perchè la gente li ha votati. Bisogna rispondere con serietà e in modo esauriente alle preoccupazioni dell’elettorato.

CONTRO IL TAGLIO COMUNALE ALLE SCUOLE PARITARIE

CONTRO IL TAGLIO COMUNALE ALLE SCUOLE PARITARIE

E’ profondamente ingiusto giocare in questo modo sulla pelle dei bambini ed è paradossale che questa amministrazione decida di recuperare risorse tagliando proprio servizi essenziali come questo. Peraltro come Regione Piemonte nell’ultimo assestamento di bilancio abbiamo inserito 2 milioni in più di fondi per le scuole paritarie.